« back     Data di pubblicazione: 21 ottobre 2018 Stampa questa scheda |
MotoGP: a Marquez vittoria e titolo, poi Crutchlow e Rins. Dovi out!
MotoGP: a Marquez vittoria e titolo, poi Crutchlow e Rins. Dovi out!

A Motegi, in casa Honda, Marquez fa game, set e match con una gara che solo qualche tifoso altrui potrebbe vedere in bilico.
Lo spagnolo gioca e temporeggia fino a quando decide per la stoccata. L'unico avversario della gara, e della stagione, non gli resiste e cede di schianto andando a terra per seguirlo.
Non c'è molto da aggiungere, se non che Marquez è la Honda, mentre il resto arriva molto dopo... che gli Italiani non esistono, che Rossi non arriva sul podio nemmeno con 3 che gli cadono davanti, e che Iannone è meritatamente giù dalla Suzuki, perché qualcun altro la merita di più.
Non è finita qui. Ci sono altre tre gare per dire quanto Marquez sia più forte di tutti, anche del giornalismo più squallido degli ultimi anni, che nel giorno della sua vittoria, ricorda un biscotto che non è mai esistito se non nelle menti di chi è a libro paga di qualcun altro che non è il suo editore.



Dovizioso è super al via ma Marquez è secondo in poche curve e con pochi complimenti...ed è già in grado di braccare l'italiano.

Rossi è subito sesto, Iannone subito indietro... con qualche problema a gestire le posizioni di testa.

Chi stupisce, invece è Crutchlow, che però è leggermente attardato nei confronti del duo di testa.

18 giri da fare e Crutchlow passa Marquez che però sembra voler temporeggiare fino a che non decide di infilare il britannico.

In arrivo anche Rossi, mentre le due Suzuki lottano alle sue spalle.

Dovizioso, Marquez, Crutchlow, Rossi, Iannone, Rins, Miller , Zarco , Pedrosa, Bautista.


Ancora 2 passaggi e Rossi cede ad entrambe le Suzuki. E' soprattutto Iannone ad essere vivace...

Meno 11 e inizia un duello vero fra Dovizioso e Marquez, con lo spagnolo ad avere il vantaggio di poter fare qualsiasi risultato.

Meno 6 e Dovizioso fa il best lap della gara con Marquez alle sue spalle...

A meno 4 il Marquez annulla i best lap di Dovizioso e passa comodamente.

A meno 2 Dovi si stende e saluta ogni ambizione di voler essere un anti Marquez efficace.

L'ultimo giro di Marquez è in carrozza...

Marquez, Crutchlow, Rins, Rossi, Bautista, Zarco, Vinales, Pedrosa, Petrucci, Syahrin.

Marquez a 25 anni, mette in bacheca il settimo titolo mondiale, proprio a casa della Honda. Più di così non si può.


Marquez

Fa lo slalom, finge di far fatica, poi smette di giocare.

Chi si illude di poter reggere il passo, va out. Settimo titolo mondiale al talento del secolo.

Voto 10


Crutchlow

Sul podio meritatamente... eppure sembra più avvoltoio che aquila. E' comunque una gran gara, la sua...

Voto 9,5 


Rins

Spiega a tutti perché hanno tenuto lui e non Iannone.

E' ancora agli inizi in motogp, ma sembra lui il veterano. Super gara!

Voto 9


Rossi

Quarto anche grazie alle cadute, troppe, di quelli più veloci.

E' il migliore fra i rider Yamaha eppure non bastano gli zeri altrui per farlo salire sul podio.

Voto 6,5


Bautista

Questo ragazzo lo hanno mandato in Superbike... e lo rimpiangeranno.

Voto 8,5


Zarco

Delude un po'... ma tanto ormai è in uscita. Chi nega che questo significhi tecnicamente qualcosa, mente e sa di mentire.

Voto 7


Vinales

Oggi è sgonfio... e nemmeno incisivo. Nient'altro da aggiungere.

Voto 5


Pedrosa

Ciao ciao Pedrosa, anche a casa della Honda. Abbandonato a se stesso.

Voto 5


Petrucci

Senza Lorenzo non dovrebbe nemmeno avere la pressione dell'ombra dell'ormai ex. Invece niente. Per l'anno prossimo è dura.

Voto 4


Syahrin

Finalmente una top ten per un pilota che ultimamente ha deluso un po'. Come rookie è comunque più concredo di Morbidelli. Almeno oggi.

Voto 6

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno