« back     Data di pubblicazione: 23 giugno 2018 Stampa questa scheda |
Superbike, Laguna Seca. Gara1 a Rea, poi Davies e Lowes. Noia totale!
Superbike, Laguna Seca. Gara1 a Rea, poi Davies e Lowes. Noia totale!

Laguna seca è una gara potenzialmente spettacolare, qualunque sia la categoria.
Con il mondiale Superbike riesce ad essere più noiosa delle qualifiche.
Passati i primi 2 giri, Rea saluta la compagnia e fa gara a se con Davies a desiderare di superarlo senza mai nemmeno poterci provare. Sul podio anche Lowes, con 12 secondi di ritardo, mentre Laverty ne becca un altro paio.
Male Melandri, partito dalle retrovie e con solo mezza gara buona (la seconda parte), malissimo Sykes, partito male e finito peggio. Il lato oscuro della Kawasaki. Savadori cade 2 volte e finisce a punti, così come a punti finisce anche Baz, una volta nella sabbia anche lui. Arrivare ultimo e penultimo fra quelli rimasti in gara è sufficiente, nella SBK del 2018,  per poter fare bottino.
E questo rende l'idea del livello e dello spettacolo.


Cronaca della gara

Al via Davies mantiene la pole, poi Rea, Sykes, Savadori, Laverty, VDMark e Melandri che precede Camier.
Ma prima della fine del primo passaggio, Rea prova già ad attaccare Davies... mentre volano out sia Savadori che Baz...
Rea ci mette un pio di giri a passare Davies. Ne mancano 18 al termine.

A meno 13 Rea ha quasi un secondo du Davies mentre Lowes e Sykes seguono lontani fra loro fino a che Sykes sbaglia e fa passare Laverty.
Altro non c'è in una delle gare più noiose della stagione se si esclude Sykes ormai facile bersaglio anche di Fores e Melandri.
A meno 5 dal termine la gara non ha più niente da dire...fa eccezione Melandri che lotta ancora con Fores e lo passa.

Rea ritocca il record di vittorie in SBK, poi Davies, Lowes, Laverty, Melandri, Fores, Sykes, VDMark, Torres, e Gagne che chiude i 10.

Rea
Fa tutto quello che vuole, come e quando vuole.
E scende dalla moto più fresco che se fosse tornato dal mare.
Voto 10

Davies
Da un lato fa bene ad essere felice. E'l'unica alternativa a Sykes. L'unica concreta, per lo meon.
Dall'altro è "solo" un'alternativa. Le sue possibilità di vincere il mondiale, non sono reali.
Voto 9

Lowes
E' sul podio, ma prende una quaresima. 12 secondi.
Meglio che per terra come una volta.
Voto 8

Laverty
Anche lui fa una gara aggressiva, emergendo dalle retrovie.
Voto 7

Melandri
Parte da dietro e nemmeno troppo bene. Poi da metà gara in poi si sveglia e fa vedere ottime cose, ma tardi.
Voto 6,5

Fores
Con Rinaldi che non prende il via, il primo fra gli indipendenti torna a essere Fores, che fa una gara discreta.
Voto 6,5

Sykes
Il suo inizio gara è brutto. Da metà gara si configura l'incubo.
Le prende praticamente da tutti quelli che riscono ad arrivargli nei paraggi.
Voto 4,5

VDMark
Da vincere le gare a prendere distanze siderali. Ecco il passaggio.
voto 4,5

Torres
L'impegno c'è tutto... i risultati, meno. Camier faceva molto meglio, ma MV quest'anno è ancora più allo sbando.
Voto 6

Gagne
Gara di casa, ma poco cambia. E' proprio Honda che non va. E lui non è un fulmine di guerra.
Voto 6

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno