« back     Data di pubblicazione: 20 maggio 2018 Stampa questa scheda |
MotoGP, Le Mans: ancora Marquez, poi Petrucci e Rossi. Dovi k.o., Lorenzo sbiadito!
MotoGP, Le Mans: ancora Marquez, poi Petrucci e Rossi. Dovi k.o., Lorenzo sbiadito!

Uno dei GP di Le Mans più noiosi di sempre dà emozioni (negative) solo nei primi giri quando si sdraiano big come Iannone, Zarco, Dovizioso, ora con contratto da top rider ma con errori da principiante... e si delineano le posizioni finali, ad esclusione della leadership di Lorenzo che si sgonfia con il passar dei giri, facendolo finire anche dietro Miller e rendendolo il capro espiatorio perfetto.

Ne emergono Petrucci, Rossi e persino Pedrosa, mentre Marquez non è mai della partita perché fa una partita a parte, mai possibile da raggiungere.

Il mondiale ha una classifica tutta bugiarda, con le Yamaha che sembrano forti, la miglior Ducati in mano a Petrucci, e tanti big con troppo pochi punti. Classifica bugiarda tranne che per un unico drag factor, che si chiama Marc Marquez e le vince tutte facili!

Cronaca della gara

Al via Lorenzo va in testa seguito da Zarco e Dovizioso mentre Iannone non finisce un giro che va out.

Parte male anche Marquez che è alle spalle di Petrucci e davanti a Rossi.

3 giri sono quelli che servono a Dovizioso per passare Zarco e andare a disturbare il suo compagno di squadra, altri 2 per passarlo e mezza curva per finire per terra da solo.

21 al termine: Lorenzo, Zarco, Marquez, Petrucci, Rossi, Miller, Pedrosa, Aleix Espargaro, Rins, Morbidelli.

Meno 20 e inizia il duello Zarco-Marquez. I due si infilano a vicenda consentendo a Petrucci e a Rossi di avvicinarsi al trio di testa.

Alla fine del giro si sdraia anche Zarco.

Meno 18 e Marquez entra duro su Lorenzo, quasi favorendo anche Petrucci che per passare ci mette solo un altro giro mentre a meno 15 Lorenzo deve rispondere anche agli attacchi di Rossi.

Meno 11: Marquez, Petrucci, Rossi, Miller, Lorenzo, Pedrosa, Aleix Espargaro, Rins, Vinales e Pol Espargaro a chiudere i 10.

Meno 7 e Pedrosa passa Lorenzo lasciandolo sesto.

Ultimo giro: Marquez, Petrucci, Rossi, Miller, Pedrosa, Lorenzo, Vinales, Crutchlow, Aleix Espargaro e Rins a chiudere i 10.

Finisce proprio così.


Marquez

Vince e stravince comodo. Gli altri si dannano per tenere il suo ritmo e si sdraiano. Lui fa solo quello che gli serve.

Voto 10


Petrucci

Ottima gara...con le mosse giuste al momento giusto. Per una volta parte quasi bene... e il resto della gara è intelligente.

Voto 9,5


Rossi

Gli regalano un podio, è vero, ma lui non sbaglia nulla, non si perde d'animo e... rimane in piedi. Non si può dire altrettanto delle altre Yamaha, decisamente out o attardate. Ma Rossi è Rossi... persino l'audio si alza, quando passa lui.

Voto 8,5


Miller

La sua Ducati non è quella di Petrucci e di Lorenzo, ma almeno quest'ultimo se lo mette dietro. Ben giocata.

Voto 8,5


Pedrosa

Infortunato... emerge da metà gara in poi. Il resto è sofferenza.

Voto 7,5


Lorenzo

Domina al via, poi resiste, poi crolla... e finisce con due Ducati davanti. Il capro espiatorio perfetto.

Voto 6


Vinales

Delusione totale. Ma ormai sembra destinato a soffrire.

Voto 5


Crutchlow

Bello acciaccato, fa il possibile... anche di più. Ed emerge quando gli altri si sgonfiano.

Voto 7


Aleix Espargaro

Non male ma manca ancor quello scatto di guida e di classifica che la sua squadra meriterebbe.

Voto 5


Rins

E' in una di quelle giornate in cui non ci capisce molto. Il suo compagno si apparecchia al primo giro... lui soffre tanto e chiude nei 10, che è meglio, ma non c'è tanto di cui entusiasmarsi...
Voto 6,5

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno