« back     Data di pubblicazione: 12 maggio 2018 Stampa questa scheda |
Superbike, Imola: Gara1. Doppietta noiosa con Rea e Sykes, poi Melandri e un Davies pasticcione!
Superbike, Imola: Gara1. Doppietta noiosa con Rea e Sykes, poi Melandri e un Davies pasticcione!

A Imola va in scena una gara1 noiosa, almeno per quanto riguarda il podio.
In sintesi le Kawasaki reitano il solito ruolo mentre le Ducati, e sono tante, prendono gli schiaffi a domicilio pur essendo comunque competitive.
Melandri salva parzialmente la baracca mentre Davies parte male e Rinaldi non tiene conto del suo ruolo di apprendista. Per il resto, Fores è il solito Fores, le Yamaha pasticciano alla grande, e l'unica Honda in pista (Camier è infortunato) guidata da O'Halloran, va fuori gara nei primi giri con tanto di frattura scomposta per il suo pilota.
Le Aprilia sono le solite Aprilia e le MV lottano contro i loro demoni, tanto per cambiare.
Domani, griglia nuova, risultati vecchi. Potrà cambiare qualche dettaglio ma il dualismo sarà solo quello Rosso-verde. Ben vengano errori di chi scrive, disposto a tutto per una SBK decente.


Rea, Sykes, Melandri e Laverty sono i più veloci al via mentre Rinaldi attacca Laverty...
Le kawasaki vanno subito in fuga mentre Rinaldi e Melandri non trovano niente di meglio che battagliare per il terzo posto perdendo così del tempo. Ma le gare, si fanno anche così...
Il sostituto dell'infortunato Camier, O' Halloran, va invece fuori subito.
Rea, Sykes, Melandri, Rinaldi, Fores, Laverty, VDMark e Davies che è anche under investigation nonostante le posizioni perse, per aver tagliato le curve 20 e 21...
Meno11 Rea, Sykes, Melandri, Rinaldi, Fores, Davies, VDMark, Laverty, Savadori e Haslam a chiudere i 10, ma la classifica è bugiarda perché le Kawasaki sono assolutamente al sicuro mentre proprio i distacchi aumentano senza sosta.
A meno 8 Davies passa Fores, più lento, proprio alla curva 21.
Meno 6: Rea, Sykes, Melandri, Davies, Fores, VDMark e Rinaldi che subisce da VDMark, poi Savadori, Laverty e Haslam che chiude i 10 nel suo ritorno da wild card sulla Kawasaki di Puccetti.
A meno 2 Melandri sembra al sicuro dagli attacchi di un pur arrembante Davies.
All'ultimo giro sono messi così: Rea, Sykes, Melandri, Davies, Fores, VDMark, Rinaldi, Savadori, Haslam e Lowes che chiude i 10.

Rea
Come al solito, fa come vuole. Oltre al danno, la beffa, nel dichiarare di non aver nemmeno spinto.
Voto 10

Sykes
Basta e avanza per tutti tranne che per il suo compagno di squadra. Però Tom almeno è tornato, e non è più depresso, anzi.
Fa la miglior gara possibile!
Voto 9,5

Melandri
Ottima gara. Anche per lui non è possibile fare di più.
Forsa una partenza meno travgliata gli avrebbe consentito di rimanere sul treno kawasaki... ma con i se e con i ma...
Voto 9

Davies
Pasticcia alla partenza poi fa degli errori e recupera.
Perde tempo con altre Ducati e poi trova un passo da leader.
Troppe cose in una gara sola. Magari una partenza migliore gli avrebbe fatto concretizzare il suo essere l'unico anti Rea.
Voto 7

Fores
E' forte e non gli pesa di avere una Ducati clienti. Tiene banco contro le ufficiali, e non solo. Davvero concreto!
Voto 8,5

VDMark
Anche lui è forte ma non dura. Come al solito...
Voto 7,5

Rinaldi
Mette un po' di scompiglio passando i primi giri a rendere la vita complicata ai suoi compagni di squadra. Poi cala.
Ok che non ci devono essere giochi di squadra, ma un po' di attenzione avrebbe consentito a Melandri e Davies di rimanere con la Kawa...

Savadori
E' abbastanza a casa, ma evidentemente ha ancora qualche problema fisico. Per non parlare di quelli della sua Aprilia!
Voto 7

Haslam
Direttamente dal BSB, con una Kawasaki che non conosce bene, Haslam si piazza nei 10 e mette dietro tanta gente. Il talento ancora c'è.
Voto 7

Lowes
Fra lui e VDMark Yamaha è nelle mani sbagliate, almeno per ora.
Veramente sono in grado di far capitare di tutto, ogni volta.
Eppure sono due ottimi piloti e la moto, per quanto migliorabile, non sembra così male...
Voto 5

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno