« back     Data di pubblicazione: 8 aprile 2018 Stampa questa scheda |
MotoGP, Argentina: delirio in direzione gara, e Marquez fuori controllo. Gara a Crutchlow, poi Zarco e Rins. Miller derubato, ufficiali tutti umiliati!
MotoGP, Argentina: delirio in direzione gara, e Marquez fuori controllo. Gara a Crutchlow, poi Zarco e Rins. Miller derubato, ufficiali tutti umiliati!

In Argentina va in scena una gara senza senso, viziata da un black out della direzione gara che cambia le carte in tavola e scatena un'isteria di massa in pista e fuori.
Miller è l'unico a scegliere la situazione d'azzardo con gomme giuste e gara dichiarata bagnata.
Hanno torto gli altri 23 a cui invece viene consentito di andare a cambiare le gomme ma, invece di partire dalla pitlane (come da regolamento) si configura una griglia strana, con Miller in testa e gli altri tutti staccati di 3 file simboliche che non significano nulla.
In fase di partenza Marquez spegne la moto e invece di partire dalla pitlane come da regolamento e come intimatogli, fa un clamoroso contromano e riparte normalmente dalla sua casella.
E' il secondo definitivo errore della direzione gara che vizia per la seconda volta un GP. In fase di gara, Marquez ne combinerà di diverse e di più gravi. Beccherà un ride through per la partenza estrosa e una cessione di posizione a causa di un'entrata pericolosa su Aleix Espargaro. Di entrate pericolose ne farà una anche Zarco su Pedrosa (non punita) fino a quella di Marquez su Rossi. Inutile e pericolosa.
La cronaca di gara la leggete sotto, ma sappiate che tutto è stato deciso prima. Marquez, come un pitbull con un padrone spaventato, ha corso senza regole una gara senza organizzatori.
Come al solito, bastava gestire le cose da prima, ma forse davanti non c'era quello giusto, che è stato, lui sì alla fine, derubato. Per i tabellini. Yamaha e Ducati umiliate da privati e da un Marquez troppo superiore, e un Lorenzo da mandare a Chi l'ha visto.

Cronaca della gara

Miller parte in vantaggio... e vorrei ben vedere...
Pedrosa vola per high side dopo un'entrata di Zarco mentre in testa Marquez ha già preso Miller. Un Marquez che non dovrebbe essere lì per due motivi.
22 giri da fare e Marquez è in testa, poi Miller, Rins, Zarco, Crutchlow, Rabat, Dovizioso, Rossi, iannone, Smith a chiudere i dieci.
Marquez effettua un sacrosanto quanto tardivo ride through causa manovra in griglia e rientra 19°.

A meno 16 Miller è ancora in testa seguito da Rins, Zarco, Crutchlow, Dovizioso, Rabat, Vinales, Rossi, Syahrin e Iannone a chiudere i 10 mentre Marquez è ancora 19° fino a quando ha un contatto con Espargaro e quasi lo butta fuori, il che gli costa l'obbligo di cedere la posizione.

!2 giri da fare e Miller tiene duro anche se Rins prova già ad attaccarlo.
Continua nel frattempo lo show di Marquez che è 14°, poi subito 12° e poi 8° in altri 2 giri.

Nel frattempo davanti Rins fa un errore e perde la testa della corsa appena guadagnata. Miller, Crutchlow, Zarco e Rins i primi quattro. Gli altri, staccati... e Marquez è 7° dopo essersi bevuto Dovizioso.

Meno 7 e Miller sbaglia... finisce sul bagnato e si ritrova 4°.
A 5 dal termine Crutchlow si ritrova in testa mentre Marquez pensa bene di entrare in modo grezzo su Rossi finendo poi per mandarlo a stendere.

Nel giro finale Crutchlow gestisce e vince su Zarco, poi Rins, Miller, Marquez, Vinales, Dovizioso, Rabat, Iannone, Syahrin a chiudere i 10, ma Marquez è retrocesso in 18ma posizione, causa manovra

Crutchlow
Vince in un casino memorabile che assomiglia tanto alle conferenze stampa dove c'è lui.
Non sbaglia nulla.
Voto 10

Zarco
Ad essere onesti, per come butta fuori Pedrosa, un ride through se lo sarebbe meritato. Il resto dalla gara è ok... ma è viziata da un qualcosa che non piace. A meno di non considerarlo esente dalla necessità di un comportamento sportivo.
Voto 5

Rins
L'uomo Suzuki completa il suo definitivo sorpasso più importante: quello del suo compagno di squadra. Ottimo podio.
Voto 9,5

Miller
E' il vero derubato della giornata.
La direzione gara manda tutto a quel paese dal momento che non lo lascia solo in griglia, con tutti gli altri in pitlane.
Da lì in poi, è tutto un perdere la testa da parte di tutti.
Voto 10

Vinales
Fa quel che può e evidentemente non basta. Serve una svegliata.
Voto 5

Dovizioso
I tifosi se ne avranno a male ma oggi becca paga sonora da una sfagiolata di privati, e viene letteralmente sgretolato da un Marquez che si è beccato un ride through e una cessione di posizione. Ok, non è una pista Ducati. Ma c'è un limite.
Voto 5

Rabat
Tito è un signor pilota e oggi fa un garone.
Peccato che tutto passi in secondo pino.
Voto 7,5

Iannone
Non brilla e non eccelle. E sbaglia gara e week end.
Voto 5,5

Syahrin
Una delle rivelazioni della settimana. Purtroppo non è abbastanza bagnato per lui.
voto 7,5

Petrucci
Anche lui qualche domanda se la deve fare.
Finisce nei 10 anche grazie all'esclusione di Marquez... ma la sua gara è opaca, soprattutto se paragonata a quella di Miller.
Voto 6

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno