« back     Data di pubblicazione: 21 ottobre 2017 Stampa questa scheda |
Superbike, Jerez: Gara1 a Rea, poi Davies e Sykes. Melandri sfortunato, domina ma rompe!
Superbike, Jerez: Gara1 a Rea, poi Davies e Sykes. Melandri sfortunato, domina ma rompe!

Un campionato che non ha più nulla da dire, offre paradossalmente suspance e spettacolo nella gara1 di Jerez. Ma tutto dura davvero il tempo di un flash. perché l'illusione finisce e si ripiomba nella grigia consuetudine.

Red flag al primo giro per un incidente a Badovini e De Rosa (il primo con clavicola fratturata, non prenderà il via), e qualche colpo di scena, il minimo sindacale, solo nelle retrovie.

Un Melandri in forma smagliante, avviato a vincere la gara, rompe a tre giri dal termine per un beffa amarissima che gli strappa la gioia di fine stagione.

Alla fine , come al solito, la delusione è totale per tanti motivi. Per il piazzamento dei soliti, per l'amarezza delle occasioni sfuggite a chi merita, e per il poco movimento persino nelle retrovie.

Ok, sono le corse... ma quelle brutte, però.


La cronaca della gara


Al via comanda subito Rea ma Melandri tiene  mentre Badovini va out insieme a De Rosa in un brutto punto della pista. Red Flag prima del primo giro!

Ripartenza: ancora Rea davanti a Melandri poi Sykes e Davies che al secondo tentativo parte molto bene ma si ferma lì.

A meno 14 dei 19 giri previsti dopo la ripartenza, Melandri sembra averne di più di Rea ma passarlo è un altro discorso mentre Davies ha passato Sykes e cerca il compagno di squadra.

Meno 13 e Melandri passa e inizia a girare subito molto più veloce di Rea che infatti cede anche a Davies anche se poi replica... e Melandri fugge, fa un altro giro veloce e poi rompe.

Ultimo giro: Rea incassa il regalo di Melandri e ne vince un'altra, poi Davies, Sykes, Lowes, VDMark, Guintoli, Savadori, Laverty, Fores, Ramos.


Rea

Non gli si può rimproverare nulla. Usufruisce del regalo di Melandri ma è sempre protagonista, comunque.

Voto 9


Davies

Un podio che merita ma che lo vede lontano dalla lotta per la vittoria. E' la cartina tornasole della sua stagione. Un anno in cui si è impegnato tanto ma in cui ha perso anche tanti treni.

Voto 8,5


Sykes

Sale sup podio, lui sì, in modo inatteso.

Parte male e poi fa giusto il minimo.

Voto 6,5


Lowes

Nel pre gara si sente in forma... e non parte nemmeno male.

Poi però perde il treno... e quando rinviene è troppo tardi.

Voto 6,5


VDMark

Come il suo compagno di squadra, sembra averne. Ma la sua aggressività finisce con lo sgranarsi del gruppo.

Voto 6,5


Guintoli

Per essere un ritorno su una moto che non conosce, non è male.

Voto 7


Savadori

Un inizio gara spumeggiante non è seguito da una prestazione complessiva con lo stesso livello di performance.

Però quella capacità di mordere, c'è sempre.

Voto 7

 

Laverty

Un'altra gara alle spalle del compagno. Sembra mancare il mordente che lo dava sicuro protagonista, sulla moto di Noale.

Voto 5,5


Fores

Non è giornata Ducati, figuriamoci se è giornata per una Ducati privata.

Voto 6,5


Ramos

Sembra strano a dirsi ma quelli che prima erano piazzamenti da festeggiare, adesso cominciano ad essere un'abitudine... quasi da potersi aspettare qualcosa in più.

Voto 7

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno