« back     Data di pubblicazione: 15 ottobre 2017 Stampa questa scheda |
Motegi: Dovizioso batte Marquez. Petrucci sul podio, Iannone ok, Yamaha ko!
Motegi: Dovizioso batte Marquez. Petrucci sul podio, Iannone ok, Yamaha ko!
Una Motegi bagnata diventa italiana con la vittoria di Dovizioso a casa dei giapponesi, davanti a Marquez e a Petrucci.
3 Ducati e 3 italiani nelle prime sei posizioni marchiano un week end che più positivo non si può.
Dovizioso batte Marquez in modo diretto, come su un ring, in un one to one senza se e senza ma. Senza scuse.
L'illusione di Petrucci leader della gara dura il giusto e dà poi spazio alla lunga lotta fra Dovizioso e Marquez che, curva dopo curva, se le suonano come non ci si aspetti. Un antipasto, insomma.
Positivo Iannone, che finalmente torna a far vedere qualcosa di buono, ai piedi del podio.
Delusione di giornata: Lorenzo non concretizza ma non è male. Delude per un podio che non arriva ma alla fine tiene duro.
Le Yamaha invece sono totalmente negative. Zarco brilla ma poi crolla, Vinales, finisce lontanissimo e non lotta per niente che sia buono, e Rossi fa una gara orribile che conclude nelle vie di fuga come uno che non sa quel che fa e dove si trova.
Il campionato è riaperto? Forse solo aritmeticamente. Ma questo è già qualcosa.


La cronaca della gara
Al via Marquez, Lorenzo e Petrucci ma Lorenzo in 3 curve passa mentre Petrucci non riesce a fare lo stesso con la stessa facilità. Gli serve qualche curva in più.
Rossi è decimo in difficoltà mentre Petrucci passa in testa su Lorenzo. Il trio è seguito da Dovizioso, Zarco, Iannone, Aleix Espargaro e Vinales.
Terzo passaggio e Dovi attacca Marquez, lo passa ma non dura. Le Ducati sono comunque al top... con Petrucci che incrementa il suo vantaggio.
Petrucci, Marquez, Dovizioso, Zarco, Lorenzo, Rins...meno 20 giri da fare. Si stende Crutchlow mentre Lorenzo ha problemi ignoti che lo spediscono indietro, così indietro da essere tallonato da Rossi, che alla fine lo passa ed è ottavo... ma mezo giro e si stende.
Meno 17. Marquez apre tutto e inizia a recuperare su Petrucci, ancora leader della corsa. Seguono Dovizioso, Zarco, Rins, Iannone, Aleix Espargaro, Vinales, Lorenzo e Pedrosa a chiudere i 10.
Meno 12 e Marquez e ormai addosso a Petrucci con Dovizioso leggermente in ritardo sul duo di testa. Lo spagnolo passa, gli risponde ma alla fine deve cedere. Ancora 2 curve e il ternano cede anche a Dovizioso.
8 giri da fare: Marquez è in testa ma Dovizioso e Petrucci non perdono il treno.
Con meno 6, invece, se Petrucci si perde un po', Dovizioso fa il giro veloce e poi addirittura passa in testa.
Dovizioso incrementa il suo vantaggio a meno 5 mentre anche Iannone si risveglia e passa Zarco mettendosi alle spalle di Rins.
A meno 3 c'è il ritorno di Marquez che recupera terreno e poi passa...e Dovizioso replica, e poi ancora Marquez, per un duello che sembra infinito ma che a meno 2 vede ancora Marquez vincente.
Ma alla fine Dovizioso la spunta in modo incredibile.
Dovizioso, Marquez, Petrucci, Iannone, Rins, Lorenzo, Aleix Espargaro, Zarco, Vinales, Baz!


Dovizioso
Super rimonta dalla casella n9... è veloce, è intelligente, oggi le doti necessarie per vincere e convincere le ha tutte. Poi affronta Marquez faccia a faccia, e gliele suona.
Voto 10

Marquez
Si consola con il podio n100 e rimane in testa al mondiale, ma la vittoria sfuggita è un boccone amaro da mandar giù.
Resta comunque una gran gara, la sua.
Voto 9,5

Petrucci
E' a lungo leader della gara e si fa vedere, finalmente come merita. Poi arrivano i problemi tecnici che lo costringono a cedere. Ma la prestazione rimane comunque da incorniciare.
Voto 9

Iannone
Finalmente una gara ok, con sorpassi, rimonte, e qualcosa di buono da portare a casa.
Voto 8,5

Rins
Rins si conferma talento in crescita e ormai fuori del tutto dall'infortunio di inizio stagione. Va bene così.
Voto 8

Lorenzo
La gara non è male. Protagonista all'inizio, poi un crollo da spiegare e, alla fine, il recupero. Ma questa vittoria, non arriva ancora.
Voto 6,5

Aleix Espargaro
Un'altra buona gara dell'Aprilia, che ormai è una realtà, con Espargaro al top della forma... il resto non conta.
Voto 7,5

Zarco
Gara bellissima fino a metà... poi l'inizio del crollo...
Vista così, sembra una gara qualunque... invece è stata qualcosa in più.
Voto 6,5

Vinales
In Yamaha deve essere buio forte se per vedere la prima moto ufficiale è necessario contare fino a 9. Quando non bisogna addirittura andarla a cercare nel fango.
Voto 5

Baz
Non che si sia visto molto, ma alla fine, una top ten, l'ha chiusa. Eppure va in Superbike.
Voto 6
 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno