« back     Data di pubblicazione: 1 ottobre 2017 Stampa questa scheda |
Superbike, Magny Cours: Gara2 a Davies, poi Lowes e VDMark. Rea subito out!
Superbike, Magny Cours: Gara2 a Davies, poi Lowes e VDMark. Rea subito out!

The day after va in scena quasi in sordina... non c'è più niente da giocarsi, almeno dal punto di vista di quello che conta...eppure è una delle gare più vivaci del campionato.

La vince Davies, comodo, e dietro qualche novità.

C'è il fermento dei privati, che cercano una sella, e l'orgoglio dei veterani, che non vogliono cedere il passo.

Niente di più, comunque, e la classifica d'arrivo ha solo qualche novità... Se questo è il prologo per il 2018...è qualcosa ma non si sa se sia abbastanza.


La cronaca della gara

Camier va via bene in pole ma le Yamaha di Lowes e VDMark lo bruciano comunque anche se Camier si riprende almeno la seconda posizione.

Ancora il primo giro da finire...Laverty e Davies sono belli vispi mentre Rea gira più lento dei primi 3 in ottava posizione.

Giro 2 e Laverty va a terra mentre Rea si ferma proprio a causa di un contatto con la moto di Laverty.


Giro 7 e Davies è in testa grazie ad una progressione inarrestabile. Lo seguono Camier, Lowes, VDMark, Fores e Melandri.

11 giri da fare e Camier lascia...e nel frattempo arriva la pioggia...


Meno 7... piove ancora ma niente di grave. Il vantaggio di Davies si riduce ma la situazione è sempre tranquilla grazie ai 4 secondi di gap... ma mai dire mai...

Davies, Lowes, VDMark, Fores, Savadori, Melandri, Mercado, Sykes, Torres e Ramos a chiudere i 10.

A meno 2 dal termine, la gara è decisa me alle spalle di Davies spicca il duello Melandri-Mercado. La spunta l'Italiano ma non senza difficoltà...


Finisce così:

Davies, Lowes, VDMark, Fores, Melandri, Mercado, Sykes, Torres, Ramos, De Rosa.


Davies

Quando il leone non c'è, gli altri ballano.

Senza nulla togliere, almeno una vittoria gli può addolcire il week end. E' stoico e non si arrende mai.

Voto 10

Lowes

Non va in terra e non fa casino, anzi... corre come ci si aspetterebbe da lui.

Voto 9,5


VDMark

Come sopra. Ha il guizzo.Oggi ce l'ha.

Voto 9


Fores

Con la moto che è frutto dell'esperienza di Barni, ecco uno di quelli che rappresenta al meglio la Superbike. Pacchetto perfetto.

Voto 8,5


Melandri

Lamenta il mancato warmup e come prestazione non ci siamo troppo.

Ma lotta come un ragazzo. E quindi tanto di cappello.

Voto 8


Mercado

Sistema un sacco di ufficiali. Non si lamenta mai, si fa bastare quello che ha. Come al solito davanti alle Aprilia ufficiali.

Il merito è suo ma anche di un team storico che lancia sempre talenti. Anche questo pacchetto rappresenta la Superbike, quella vera.

Voto 8,5


Sykes

Acciaccato e, consentiteci, anche un po' rinunciatario...

Non è la sua giornata.

Voto 6,5


Torres

La sua BMW non ha riferimenti. E nemmeno lui.

Fa quello che può...

Voto 6,5


Ramos

Altro talento con pacchetto ben preparato dalla squadra.

Non è la prima volta che Ramos va oltre le aspettative.

Voto 6,5


De Rosa

Altra BMW di un quasi debuttante.

De Rosa fa il suo dovere e finisce in top ten con condizioni a dir poco fastidiose...

Voto 6,5

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno