« back     Data di pubblicazione: 10 settembre 2017 Stampa questa scheda |
MotoGP, Misano: Marquez vince in casa (degli altri), poi Petrucci e Dovizioso! Sotto il podio, la solita merda!
MotoGP, Misano: Marquez vince in casa (degli altri), poi Petrucci e Dovizioso! Sotto il podio, la solita merda!

La gara di Misano, degli italiani e della Ducati è, alla fine, la gara degli altri.

L'idolo degli idoli è assente... mancano molti dei suoi tifosi.

Quelli che rimangano puntano tutto sulle Ducati, sperando che ne cada una (accontentati) ma si ritrovano a doversi accontentare di un doppio podio (Petrucci-Dovizioso), che non è poco e almeno consente di andare a fischiare Marquez insieme ai veri tifosi degli altri due, inorriditi e non abituati a degli ultras aggiunti.

Nella gara delle cadute, le Yamaha da applaudire sono soprattutto quelle clienti, dato che Vinales non fa moltissimo.

Folger fa una bella gara, Zarco spinge la moto per portarla al finish. Pedrosa saluta il mondiale e Lorenzo, lo abbiamo detto, la lancia mentre è saldamente in testa.

Questi i cattivi. I buoni sono tutti gli altri Ducatisti. Petrucci, Dovizioso e Pirro, oltre ad un Marquez inarrivabile e un Rins che da quando è tornato ha già fatto molto di più di un Iannone che non regge fisicamente nemmeno quando si corre sul bagnato.

Quanti contendenti reali ha, adesso, il mondiale? Tre, solo tre.

Marquez, Dovizioso, e Vinales. Il resto è fuffa.


Cronaca della gara

Lorenzo, Marquez e Dovizioso... così al via in una gara bagnata. Abraham non finisce il primo giro mentre i duelli ci sono già. Petrucci ed Espargaro si affrontano.

2 giri fatti e Lorenzo prova a prendere dei metri mentre Marquez prova a prendere lui.

Fine del giro e Petrucci è indemoniato. E' quarto dopo essersi bevuto Vinales.

Dopo 5 giri Lorenzo è in fuga mentre Marquez segnala di voler tornare ai box o per lo meno comunica un'eventuale strategia. Petrucci lo ha passato ed è secondo. Con il flag to flag impossibile Marquez rinuncia a rientrare ai box e nel frattempo Lorenzo si stende e butta via la gara, regalandola temporaneamente a Petrucci.

Petrucci, Marquez, Dovizioso, Vinales, Miller e Pirro quando mancano 13 giri al termine.

Meno7: Petrucci è ancora leader ma Marquez rosicchia decimi e sembra poterlo raggiungerea suon di giri veloci.

Il duello diventa vero negli ultimi 2 giri. All'ultimo Marquez passa dopo che Petrucci si è diveso troppe volte.

La metà dell'ultimo passaggio Marquez la fa in vantaggio con tanti metri in più sull'Italiano che non si arrende ma deve cedere.

Marquez, Petrucci, Dovizioso, Vinales, Pirro, Miller, Redding, Rins, Folger e Smith. E Zarco, ultimo dei romantici, spinge la moto al traguardo per un 15° posto. Romantico.


Marquez

Vince di testa e di forza. Si riprende il campionato nella gara di casa... degli altri. Il segnale più segnale che ci sia.

Voto 10


Petrucci

Rischia di vincere e ci crede. Purtroppo c'è Marquez, ma Petrucci è comunque molto concredo. Vittoria rimandata.

Voto 9


Dovizioso

Delude per il risultato ma non per l'impegno e per il podio.

Perde la leadership in campionato, proprio nella gara in cui avevano iniziato a puntare seriamente su di lui. Ma la guerra non è finita.

Voto 8


Vinales

In gara è meno forte che per tutto il resto del w.e. Non è una prestazione negativa ma di certo non è protagonista.

Voto 7


Pirro

Il collaudatore più veloce del mondo, fa un garone. Una terza moto, avendo i soldi, non sarebbe per niente sbagliata.

Voto 8,5


Miller

Con bagnto, si sa, Miller eccelle. Una delle migliori gare mai fatte.

Voto 8


Redding

C'è anche Redding... con un meteo (per lui) amico.

Voto 7


Rins

Migliore uscita dopo uscita e ormai è il vero riferimento di Suzuki. Non avesse subito il brutto infortunio che lo ha rallentato, farebbe ancora meglio.

Voto 7,5


Folger

La sua moto va bene... e lui è a suo agio. Molto ben giocata.

Voto 7


Smith

Finlmente Smith... in una gara che sembra tanto tanto inglese.

Voto 6

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno