« back     Data di pubblicazione: 20 agosto 2017 Stampa questa scheda |
Superbike: gara2 ancora Davies, ancora noia, poi Rea e Melandri!
Superbike: gara2 ancora Davies, ancora noia, poi Rea e Melandri!

Noia tedesca, parte seconda è un po' meglio di gara1 ma il rischio sonno è comunque dietro l'angolo.

Qualche sussulto lo dà non l'inutile anagramma di griglia ma i microduelli fra i soliti 4 che oggi sono 3 perché Sykes è in differita. Nelle retrovie l'animatore è Camier ma finisce lì, sul serio. Ed è davvero poco.


La cronaca

Al via Melandri mantiene la pole di cui beneficia per il quarto posto di gara1 ma è Rea a stupire. Il leader di campionato è quarto già allo start, seguito da Chaz Davies.

Melandri, Fores, Rea, Savadori, Davies... ma a Rea serve solo un'altra curva per essere davanti a Fores mentre Davies si libera di Savadori.

Meno 17: Melandri tiene ma Rea inizia a pressarlo per poi passarlo dopo il rettilineo. Seguono Davies, Fores, Savadori, Sykes, Camier, Lowes, Laverty e Torres davanti a Reiterberger e De Rosa.

Servono 5 giri a Davies per passare Melandri e andare ad inseguire Rea mentre alle spalle del trio tutto rimane uguale, caduta di Laverty e Russo a parte.

A meno 11 Davies punisce Rea e lo passa mentre Melandri è ancora della partita. Il trio però ha un distacco incolmabile e dopo di loro, la gara vera è morta perché Savadori ha un ritardo di oltre 7 secondi.

A meno 5 dal termine il trio di testa è sempre lo stesso mentre alle loro spalle arrivano pur distanti Sykes e Camier ma a fine giro arriva la pioggia che però non è uniforme su tutto il tracciato.


Davies, Rea, Melandri, Sykes, Lowes, Camier, Savadori, Torres, Reiterberger e Fores a chiuedere i 10.


Davies

Il tempo di rimediare alla regola idiota dell'anagramma in griglia e Davies è di nuovo leader. Nessuno riesce ad avvicinarlo. Doppietta.

Voto 10


Rea

Perde altri 5 punti in campionato ma il vantaggio rimane sostanzioso. Ne ha per tutti tranne che per Davies... e alla fine arriva dove deve arrivare.

Voto 9,5


Melandri

Melandri sistema la moto ed è competitivo. Rimane con il duo di testa fino alla fine... ed è già qualcosa.

Voto 8,5


Sykes

Incassa un'altra batosta da Davies e da Rea... con l'aggiunta di Melandri. Si becca anche 10 secondi. La crisi sembra evidente.

Voto 6


Lowes

Dichiara di aspirare al podio e forse a qualche dote nascosta che tale rimane.

Voto 5


Camier

Come al solito è l'animatore del gruppone. Altri due giri e potrebbe far vedere ancora qualcosa di più. Sempre professionale ed efficace.

Voto 7,5


Savadori

Tiene banco a inizio gara poi le sue condizioni fisiche non ottimali gli presentano il conto.

Voto 6,5


Torres

Fa tutta la gara nei 10. Prova qualcosa ma il gap da colmare è troppo.

Voto 6,5


Reiterberger

Nella gara di casa, potrebbe fare di più. Forse il materiale a sua disposizione non è quello ufficiale di cui parlavano gli espertoni. Comunque i suoi propositi di punire il suo ex team (ammesso che siano veri), vanno a farsi benedire.

Voto 6


Fores

A inizio gara fa capire che la sua Ducati non è tanto inferiore a quella ufficiale ma poi... il calo, netto ed inesorabile.

Voto 6

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno