« back     Data di pubblicazione: 25 giugno 2017 Stampa questa scheda |
MotoGP, Assen: Rossi vince davanti a Petrucci e Marquez! Dovi leader in campionato. Disastro Vinales e Lorenzo!
MotoGP, Assen: Rossi vince davanti a Petrucci e Marquez! Dovi leader in campionato. Disastro Vinales e Lorenzo!

Nel bagnasciuga di Assen va in scena una delle gare più spettacolari degli ultimi tempi.
Rossi vince, convince e prende le sue rivincite sugli avversari diretti e indiretti. Sistema Marquez, batte Vinales che si autoelimina, e sistema Zarco ai microfoni, reo, il francese, di essere un po' troppo napoleonico nelle entrate.
Alle spalle di Rossi finisce un Petrucci penalizzato dal suo atteggiamento a tratti rinunciatario e da un Rins doppiato (rientrava in gara dopo un lungo infortunio) che non lo riconosce nell'ultimo giro e lo ostacola. Sul podio anche Marquez, intelligente a capire che non può ambire a tanto di meglio.
La classifica vede 4 piloti in 11 punti con Dovizioso, lui sì furbo e veloce, in testa alla classifica.
Per quanto riguarda i disastrati del week end di Assen, è presto detto: Vinales che va out, Zarco che si fa penalizzare, e Lorenzo e Pedrosa che non vanno out ma di certo non sono mai in.
Per loro, week end nero e classifica da matricole.


La gara
Al via Zarco mantiene la leadership davanti a Marquez e Rossi davanti a Petrucci.
Meno 21 e Iannone è performante, 6° alle spalle di Zarco, Marquez, Rossi, Petrucci e Redding e davanti a Dovizioso, Bautista e Vinales fino ad arrivare a Lorenzo, 14°.
4 giri e Vinales rientra, pass Dovizioso e inizia ad attaccare Redding mentre Rossi è secondo davanti a Marquez e alle spalle di Zarco e poi, altri due giri, è in testa... e poche curve dopo Vinales butta via la gara.
Meno 12 al termine: Rossi, Marquez, Petrucci, Zarco, Dovizioso, Crutchlow,Bautista, Redding, Espargaro e Pedrosa a chiudere i 10 con Iannone e Lorenzo rispettivamente 12° e 13°.
Meno 8 e la pioggia prepara il cambio moto mentre Petrucci e Dovizioso passano Marquez e sono a ridosso di Rossi.
Meno 5: Rossi rimane in testa mentre alle sue spalle le Ducati di Dovizioso e Petrucci lottano con Marquez come spettatore.
Meno4: Petrucci passa in testa e Marquez passa Dovizioso... poi  Rossi ritorna in testa mentre Dovizioso è nuovamente davanti a Marquez proprio quando Crutchlow raggiunge i due e in 3 curve li scavalca.


Negli ultimi giri c'è spazio per Rins che vede Rossi ma non Petrucci ( e quindi lo ostacola, e Marquez che si riprende su Crutchlow, assicurandosi il podio.
Finisce così: Rossi, Petrucci, Marquez, Crutchlow, Dovizioso, Miller, Abraham, Baz, Iannone, Espargaro

Rossi
Vince, convince e si prende delle rivincite non da poco. Su Vinales, e persino sul povero Zarco.
Lotta, si allontana, e poi nel traffico dei doppiati degli ultimi giri ha anche un pizzico di fortuna. E' così che si vince, di forza, fortuna e cervello. Quindi tutti muti.
Voto 10

Petrucci
E' affilato come una katana e sente di poter vincere.
E' ovvio che alla fine la rabbia gli esca da ogni poro, soprattutto nei riguardi di Rins che lo ostacola mica poco.
Le accuse che lo vedono scudiero di Rossi, lasciano il tempo che trovano, oppure no. Sta di fatto che non è lo stesso Petrux di un anno fa. Questo è un altro pilota.
Voto 9,5

Marquez
Un Marquez che ragiona e si accontenta... merce rara. Alla fine tiene il pallottoliere in mente e si accontenta del podio.
Voto 8,5

Crutchlow
Alla fine rischia di rovinare la giornata a Marquez... si accontenta di rovinarla a Dovizioso. Se la pioggia fosse arrivata prima,sarebbe stato sul podio...
Voto 8

Dovizioso
Un voto più alto di quelli davanti perché ad un certo punto capisce che può tornare a casa in testa al mondiale e allora smette di rischiare tutto. Fa paura non solo per quanto va forte, ma per quanto è regolare, lui che ha sempre avuto la sfortuna a bordo.
Voto 8,5

Miller
Televisvamente da qui in poi abbiamo solo comparse. L'unica salvezza è la lettura dei cronologici. Miller c'è.
Voto 7,5

Abraham
Con il mezzo che ha, fa meglio di tanti blasonati. Alla fine è un mestierante pagante che non demerita proprio niente.
Voto 7

Baz
Anche lui, mai visto... non resta che studiare i giri.
Ne risulta un francese altalenamte ma comunque paziente.
Voto 7

Iannone
Per un po' lo si vede lottare con i primi... poi scompare e torna nel semi anonimato.
Voto 6
 
Espargaro
Si tratta di Aleix, che con l'Aprilia ormai è costantemente nei 10. L'unica cosa buona capitata a Noale nell'ultimo periodo.
Voto 7

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno