« back     Data di pubblicazione: 2 aprilie 2017 Stampa questa scheda |
Superbike, Aragon: Davies batte Rea in gara2, poi Melandri!
Superbike, Aragon: Davies batte Rea in gara2, poi Melandri!

Alla sesta uscita si interrompe il dominio assoluto di Jonathan Rea e della sua Kawasaki.
Chaz Davies lo batte e raddrizza, seppur parzialmente, un week end iniziato malissimo.
Ok Melandri, lontana l'altra Kawasaki d Sykes e tutti gli altri, semplici comparse in un gioco a due brand (Kawasaki vs Ducati).
KO le Honda, sempre deludenti le Yamaha e comprimari gli altri brand, Aprilia su tutti.

Così al traguardo, i primi 10: Davies, Rea, Melandri, Sykes, VDMark, Fores, Torres, Mercado, Laverty e Camier.

 

Lowes, VDMark, Laverty e Sykes precedono Melandri poi Rea e Mercado ma Rea è terzo in mezzo giro e gliene serve un'altra metà per passare VDMark per andare a prendere Lowes...seguono Sykes, Melandri e Davies.
Quarto giro e Rea è in testa come da attese, seguito da Lowes, Melandri, VDMark e Davies che precede Sykes e Mercado.
Stesso giro e Melandri passa Lowes; è l'unico modo per tenere il ritmo di Rea.
Metà gara e davanti non cambia nulla se non il passaggio di Davies su Lowes ma il gallese non è sazio... gli servono 2 giri per passare anche Melandri.

Altro giro e Davies passa,con tanto di metri guadagnati mentre per il suo compagno di squadra serve arrivare a 2 giri dalla fine per tentare i primi attacchi alla Kawasaki. La cosa dura poco.
L'ultimo giro vede Davies in testa braccato da Rea, poi Melandri, Sykes, VDMark, Fores, Torres, Mercado, Laverty e Camier a chiudere i 10
Una sola scaramuccia rischia di far perdere la gara a Davies ma questa volte finisce diversamente e il gallese interrompe il dominio di Rea.
Davies, Rea, Melandri, Sykes, VDMark, Fores, Torres, Mercado, Laverty e Camier a chiudere i 10

Davies
Questa volta la spunta e resiste da par suo agli attacchi di un Rea che non si è certo risparmiato.
Non riapre il mondiale, ma il cielo per il campionato è meno buuio.
Voto 10

Rea
Forse gli va bene anche così, nella pista preferita dal suo avversario, una vittoria e un secondo posto possono andare anche bene. Fossero sempre queste le sconfitte...
Voto 9,5

Melandri
E'solido e aggressivo, le prova tutte e reagisce bene, poi fa un errore che lo allontana dalla lotta per la vittoria, ma è evidente che c'è anche lui
Voto 9

Sykes
Molto lontano da Rea, fa una gara onesta ma troppo lontana dai riflettori a cui è abituato.
Voto 8

VDMark
Tanto aggressivo a inizio gara, ma poi cede, ai ammorbidisce e quasi crolla.
Voto 6,5

Fores
Con ancora le bruciature di gara1, Fores fa una gara gnerosa, da professionista qual è, senza risparmiarsi... meritandosi tutto.
Voto 7,5

Torres
Partenza deludente, si ritrova a metà gara per poi riperdersi, o quasi. Ma c'è sempre e comunque...
Voto7

Mercado
Migliore Aprilia, va forte anche in gara2. Fossi Aprilia mi chiederei cos'ha capito Ioda che Mikwaukee non ha ancora capito e cos'ha la moto vecchia che la nuova ancora non ha.
Voto 7,5

Laerty
Vederlo remare così, vederlo soffire così lo rende quasi irriconoscibile. OK la ruggine da ritorno in SBK, ma ormai la confidenza dovrebbe essere tornata. Invece soffre lui e la sua squadra.
Voto 5,5

Camier
Con una moto che quasi non pagherebbe il bollo, al solito Camier fa quello che può. Stavolta fa un po' meno. Aragon non è decisamente la pista di MV Agusta.
Voto 6,5

 

 

 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno