« back     Data di pubblicazione: 12 marzo 2017 Stampa questa scheda |
Superbike, Thailandia: Rea vince facile anche gara2, poi Sykes e Melandri!
Superbike, Thailandia: Rea vince facile anche gara2, poi Sykes e Melandri!
Gara2 finisce così: Rea, Sykes, Melandri (gabbato ancora all'ultima curva), Lowes, Torres, Davies, Hayden, Fores, Ramos, Reiterberger... punteggio pieno per Johnny... e lucchetto al mondiale. Fidatevi.
Anche la foto è di ieri... tanto la gara, è una fotocopia...

Melandri parte in pole per il nuovo regolamento ed è seguito da Melandri. Subito dopo Davies, Rea già quarto dalla nona posizione e poi Sykes... stessa musica.
Prima della fine del giro Rea ne passa 2 ed è secondo con Davies in scia... i due si battono da leoni.
Alla fine Davies cerca di tenere il ritmo di Melandri e nell'incrocio di linee fa sullo sporto e quindi out. Scivolata innocua e gara ripresa dalle retrovie...

Meno 17 e Rea è già davanti a Melandri.

Rea, Melandri, Lowes, Sykes, Camier, Laverty, Torres, Savadori, Hayden e VDMark a chiudere i 10 ma stesso giro e savadori va out e piega la sua Aprilia.

La causa della scivolata è dovuta al motore... quindi Red Flag.
Al restart Rea è il più veloce ma Melandri torna leader in 3 curve ma ne servono solo 2 a Rea per tornare in testa.
La rimonta di Davies è impressionante e dribbla colleghi come birilli.
Alle spalle del duo di testa, Sykes e Lowes, ormai presenze fisse... con Torres e Camier a seguire per la loro miglior gara possibile.

15 giri da fare: Laverty e Lowes se le suonano...e davanti non cambia niente.
Rea, Melandri, Sykes, Lowes, Laverty, Torres, Camier, Davies, Hayden e Bradl a chiudere i 10 fino a quando lancia la sua Honda nelle vie di fuga.

Meno 8 e Laverty va out mentre Davies e Cmier lottano in un duello quasi infinito, vinto da Davies dopo decine di tentativi.

Alla fine Camier rompe la sua MV... ci mette qualche istante ad uscire perché i segnali non sono eclatanti... lo fa alla bandiera... gara finita.

3 giri da fare e Rea è ormai inarrivabile. I restanti gradini del podio se li giocano Melandri e Sykes mentre Lowes, Torres e Davies seguono distanti... solo il Ducatista ha qualche chance sulla Bmw.

Gara2 finisce così: Rea, Sykes, Melandri (gabbato ancora all'ultima curva), Lowes, Torres, Davies, Hayden, Fores, Ramos, Reiterberger... punteggio pieno per Johnny... e lucchetto al mondiale. Fidatevi.


Rea
Ne archivia un'altra in maniera indiscutibile mentre gli avversari gli si alternano alle spalle. Una manna per lui. Lucchetto al campionato.
Voto 10

Sykes
Il contentino è il leit motiv: beffare Melandri all'ultima curva. Ottima gara.
Voto 9,5

Melandri
E' più appuntito ed efficace che in gara1, ma paga comunque pegno nei confronti di Sykes. La gara è super positiva, comunque, dopo il lungo stop.
Voto 9

Lowes
Inizia ad essere una presenza fissa di disturbo dei big... non molto di più, ma intanto lui c'è.
Voto 8

Torres
Il suo team gliela prepara bene... e Torres fa più che il suo dovere. Ottimo lavoro.
Voto 8

Davies
Fa una cazzata nella prima parte della gara, poi beneficia della bandiera rossa... Il restart gli giova e fa una super rimonta che gli consente di limitare, solo in parte, in realtà, i danni.
Voto 6

Hayden
Gare da incubo, per l'ex campione del mondo. Niente altro da aggiungere.
Voto 6

Fores
Ci si sarebbe potuto aspettare qualcosina in più... ma per i privati ogni battaglia è diversa.
Voto 6

Ramos
Fa un'ottima gara. Non c'è champagne, ma tanta regolarità e professionalità, con il pacchetto che ha in mano. Molto bravo.
Voto 7

Reiterberger
Non è Torres e forse, rassegnamoci, non lo sarà mai.
Chiude in top ten... il compagno dimostra che c'è molto da fare.
Voto6
 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno - Foto Porrozzi -