« back     Data di pubblicazione: 20 febbraio 2017 Stampa questa scheda |
MotoGP: l'interpretazione delle stesse dichiarazioni per piloti diversi!
MotoGP: l'interpretazione delle stesse dichiarazioni per piloti diversi!

Se vi sembra di aver già letto questo pezzo, è perché il tema è lo stesso.

Dipende da chi fa cosa, dipende da chi dice cosa.


Jorge Lorenzo è salito sulla Ducati.

Non è ancora chiaro se avesse più pressione prima quando era in Yamaha (dove era colpevole di tutto, sotto esame per tutto, accusabile di tutto), oppure adesso che è in Ducati dove, arrivato per vincere, gli si chiede di farlo ancor prima di scendere in campo, ma nello stesso tempo si spera che non succeda, altrimenti sfuma il divertimento. E tutto sapendo che è praticamente impossibile che vinca il titolo alla prima stagione.


Tornando al tema dei test che sono importanti o non valgono nulla a seconda di chi sta davanti, una messaggio l'hanno mandato... ed è a Lorenzo.

Visto che stai dietro (non importa cosa stia testando)?

Visto che non è così semplice e che Iannone faceva meglio a molti meno soldi?


E si trova il modo anche di criticare la reazione dello spagnolo alla nuova moto rossa. La vuole migliore, chiede delle cose.

Quando un pilota ha questa richiesta, e vale per il 100% dei casi, le reazioni sono due:

1) Bravo, lo spirito agonistico è molto forte in lui, non si accontenta mai... è già pronto a dare indicazioni!

2) Ecco, è appena arrivato, e già incomincia a lamentarsi!


Indovinate qual è l'interpretazione delle dichiarazioni di Lorenzo, mentre in altri casi è stato tutto messo in positivo. Chiaramente la seconda...


Quale potrebbero essere dichiarazioni alternative per un pilota, facciamo un esempio, sempre Lorenzo?


1) "La moto va male". E questo porterebbe alle accuse di lamentela di cui sopra. Un insulto a tutti quelli che lavorano per lui.

2) "Possiamo vincere". E questo porterebbe alle accuse di sbruffoneria, con l'aggiunta del fatto che comunque la moto ereditata, è un missile.


Nel caso di un altro pilota, uno a caso, chiunque in questo caso, le reazioni alle stesse dichiarazioni, sarebbero diverse.


1)"La moto va male": esatto, gli avversari hanno dei missili ma lui non si darà per vinto. Sta solo dando una scossa alla squadra.

2) "La moto non è male ma dobbiamo migliorare": Bravo, è lo spirito giusto. Ha già iniziato a risolvere i problemi. Altro che lamentele!

3) La moto va bene: Visto? Ha già risolto i problemi. Gli altri con la stessa moto avrebbero colto l'occasione di lamentarsi!

Facci sognare, etc etc.


Nessun problema, direte voi... ogni pilota, quando fa dichiarazioni, ha sempre davanti a se, tifosi che lo giustificano sempre, e detrattori che lo accusano qualsiasi cosa dica o faccia.


Un problema c'è, però... perché non mi riferisco ai tifosi, da quelli non ci si aspetta niente di diverso, ma alla stampa.

La particolarità è che in MotoGP, nello specifico, da noi, le due categorie coincidono...e vanno in una direzione sola.


 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno
Dichiarazioni Lorenzo