« back     Data di pubblicazione: 28 ottobre 2010 Stampa questa scheda |
Pininfarina scende in campo con AIRFLOW,: il casco disegnato nella galleria del vento!
Pininfarina scende in campo con AIRFLOW,: il casco disegnato nella galleria del vento!
Dopo il concept-helmet presentato lo scorso anno, Pininfarina e Newmax portano a Eicma 2010 la release finale del casco Airflow, nato dall'evoluzione del primo progetto e dai numerosi test realizzati nei mesi scorsi.
Il più importante è forse il test finale nella galleria del vento effettuato il 15 settembre 2010, che ha confermato il raggiungimento degli obbiettivi originali: creare un casco ad alta protezione con un efficiente ventilazione ed equilibrio termico interno, per ottimizzare il comfort dei motociclisti.
Airflow si presenta dunque con una linea e dettagli materialmente ridisegnati durante i vari test, svolti nei mesi precedenti, in cui sono stati definiti:
- la forma e la posizione ottimale delle "prese di flusso" aerodinamiche (sulla calotta),
- le particolari cavità nel layer in polistirolo (interno), che favoriscono la circolazione dell'aria e lo smaltimento del calore,
- il disegno a tasselli degli interni ultra traspiranti, anche questi favoriscono la circolazione dell'aria e lo smaltimento del calore.
La sinergia tra questi elementi ottiene una riduzione di temperatura di oltre un grado centigrado (per il controllo è stata utilizzata una testa di prova ricoperta con 32 sensori in grado di restituire la mappa della temperatura all'interno del casco). Dal test (comparativo con altri modelli jet) è risultato inoltre che il casco Airflow con interni aerati è il modello che più rapidamente riduce la temperatura interna.

Durante il test finale un flusso d'aria investiva il casco alla velocità di 60 km/h e 120 km/h. In genere alla velocità di 60 km/h tutti i caschi mostrano la tendenza ad un accumulo di calore nella zona top-nuca, mentre a 120 km/h per tutti i caschi la temperatura top-nuca tende a diminuire.

A Eicma 2010 viene presentato insomma un piccolo gioiello del design e della tecnica italiana. Il casco Airflow é nato infatti dalla collaborazione tra Pininfarina e Newmax, due aziende che credono nel talento per certi aspetti unico delle aziende italiane e negli effetti positivi delle sinergie industriali. Perciò i caschi Airflow saranno interamente prodotti in Italia - proprio in Newmax, la storica azienda produttrice di caschi - certificata per il sistema di qualità ISO 9001-2008 - che quest'anno festeggia i suoi quarant'anni di interrotta attività, ricerca e produzione di idee per il mondo delle dueruote.

Il casco Airflow arriverà sul mercato in due varianti

Il modello top level avrà la calotta rivestita in ecopelle, il catarifrangente posteriore di sicurezza con logo Pininfarina e una fascia esterna di rinforzo con logo AIRFLOW SYSTEM.

Il modello entry level, dedicato ad un pubblico più giovane, avrà la calotta con un particolare design grafico firmato Pininfarina, ma dal punto di vista tecnico riprodurrà fedelmente le caratteristiche del modello top.

Dettagli tecnici per entrambi i modelli:
- "prese di flusso" aerodinamiche in poliuretano espanso;
- layer interno in polistirolo con speciali cavità, che favoriscono la circolazione dell'aria e lo smaltimento del calore,
- interni con disegno "a tasselli", estraibili e ultra traspiranti,
- visiera in policarbonato (2mm di spessore) con trattamento antigraffio,
- paraorecchie removibili,
- cinturino con finiture in ecopelle e fibbia micrometrica,
- bordi rifiniti in pelle.

Taglie: XS - S - M - L - XL
Omologazione: ONU-ECE 22, em. 05, rilasciata in Italia.




 
Fonte: Ufficio stampa New Max